CIVFIRCIV  Facebbok-tarvisium   YouTube-Tarvisium      

presa al volo / n°60

miniaturaxweb

 presa al volo / n°60 - 06.12.19

 

Botter Elettrotecnica e Ruggers Tarvisium

Una storia di amicizia

l'intervista ed il video servizio

 

Il rapporto duraturo tra società sportiva e sponsor non è un semplice rapporto “commerciale”: è una storia di feeling, di rapporti interpersonali e condivisioni di valori e passioni.
Incontriamo Andrea e Massimo Botter, titolari di Botter Elettrotecnica di Silea, nonché Flag Sponsor della Ruggers Travisium.


Andrea, come e quando nasce il vostro rapporto con la Ruggers Tarvisium?
Nasce 21 anni fa, quasi casualmente, grazie ad amicizie personali per sostenere una società sportiva che in quel momento era in una fase di “rifondazione” che coincideva con l'allora nuova presidenza di Guido Feletti, durata come sapete una ventina d'anni.

Avevate già avuto contatti col mondo del rugby prima di quel momento?
No, è stata, in quel momento, prevalentemente un'operazione di sostegno all'impegno sportivo di un amico (Fabrizio De Kleva N.d.R.). Anzi ci mettemmo un po' di tempo prima di fare visita al club. Ma quando lo facemmo ci fu la scintilla.

In che senso?
Scoprimmo un mondo fatto di solidarietà, condivisone, mutualità e soprattutto attenzione ai giovani ed allo loro formazione non solo sportiva ma anche educativa. Una sorta di “oratorio laico”. Tanto che il nostro impegno all'inizio si concentrò soprattutto alle giovanili ed al minirugby e, solo in tempi recenti, anche alla prima squadra. Valori da noi profondamente condivisi. Le nostre aziende infatti sono molto attente alla formazione professionale dei giovani, collaborando con gli istituti tecnici (Fermi, Giorgi, Plank, ecc.) con stage e programmi di alternanza scuola lavoro. In più di un'occasione ciò ha dato origine a stabili rapporti di lavoro. Abbiamo avuto qui in Botter anche qualche giocatore della Tarvisium.

Qual è la storia della vostra Azienda?
La Botter Elettrotecnica è un'azienda specializzata nella produzione di trasformatori e macchine elettriche in bassa tensione, e nel tempo è divenuta una delle aziende leader del settore. Nasce nel 1969, curiosamente lo stesso anno della Tarvisium, fondata da nostro papà Renzo, classe '40, tuttora presente in azienda. In realtà è una storia che affonda radici lontane, nel 1943, quando nostro zio Rino, il maggiore di cinque fratelli fondò la prima azienda specializzata nella riparazione e produzione di radio e motori elettrici. Nostro zio, scomparso solo un anno fa, è stato uno dei pionieri della ricostruzione economica e sociale del nostro territorio. Cavaliere della Repubblica, è stato tra i padri fondatori della Confartigianato Trevigiana e già allora si dimostrò molto attendo alla formazione dei giovani. Man mano che crescevano, i fratelli si unirono a lui nella sede inziale a Fiera. Ognuno dei fratelli si prese in carico un ramo di attività dando così origine ad aziende separate. Dall'esigenza di produrre trasformatori per la costruzione di quadri elettrici, settore seguito da nostro padre, nasce nel '69 la nostra azienda.

E Trabo? (Risponde Massimo). Nel 2000 dall'esigenza di ottimizzare i processi produttivi decidemmo di separare i rami d'azienda. A differenza della Botter Elettrotecnica, seguita da Andrea, che segue una produzione con una forte connotazione customer oriented, Trabo invece, che seguo io nella sede di Nerbon, si occupa della fabbricazione di quei prodotti da realizzare in quantità elevata e seriale, con una elevata componente di automazione produttiva. La prima sponsorizzazione della Tarvisium in realtà nacque con Trabo. 

Tornando alla Tarvisium quali sono i punti di contatto alla base del rapporto così duraturo?
Nel tempo ci siamo ovviamente appassionati a questo sport, al gioco e soprattutto solo ai suoi valori; come già detto gli aspetti formativi ed educativi, l'attenzione per i giovani, anche qui nel solco dello zio Rino; ma anche il radicamento nel territorio. Altro valore condiviso da noi, azienda tenacemente e a volte faticosamente legata alla nostra terra, contraria alla delocalizzazione. 

 

> vai al video servizio

sul nostro canale YouTube Tarvisium

I nostri sponsor aprono le porte alla Tarvisium. 
Siamo andati in Botter Elettrotecnica, per conoscere Renzo il fondatore e i suoi due figli Andrea e Massimo. 
Abbiamo scoperto che i valori che caratterizzano questa azienda e chi la gestisce non sono diversi da quelli della nostra squadra, ed è per questo che siamo felici non solo di averli come sponsor, ma anche di farli conoscere a tutti voi.

Ruggers Tarvisium

 

 

presa al volo / n°59

corriere della sera salute

 presa al volo / n°59 - 26.09.19

 

l’abbandono precoce dello sport

è un problema che tocca tutte le discipline

sportive, individuali e di squadra.

 

Eppure siamo a parole tutti concordi nel condividerne l’importanza educativa e formativa e per la salute fisica e mentale dei mostri giovani.
In questo illuminante articolo Daniela Natali ci spiega come le responsabilità siano condivise tra società sportive, educatori/allenatori, dirigenti ed in egual misura famiglie e scuola.
Da leggere tutti con attenzione…

 

vai all'articolo on line

Ruggers Tarvisium

 

 

presa al volo / n°58

gigante super 2019

 presa al volo / n°57 - 10.05.19

 

8-9 giugno ... SUPER !!!

Un magnifico weekend!

 

Accogliere presso le nostre strutture di Viale Olimpia la chiusura stagionale del progetto “Super X” è stato veramente emozionante; vedere all’opera tutti i nostri giovanissimi rugbysti, più di un migliaio (!) ha chiuso perfettamente la stagione del rugby.
In campo abbiamo assistito a partite bellissime e partecipate anche dagli adulti, allenatori, accompagnatori e genitori come pure dai giovani arbitri.
Lo spirito del progetto è stato colto in pieno da parte di tutti i partecipanti, soprattutto dalle Società che ci accompagnano in questa esperienza che vogliamo ritenere possa avvicinare maggiormente al nostro sport i giovanissimi che lo vogliono praticare.
I complimenti vanno ad ogni singola squadra di tutte le Società presenti e provenienti anche da Toscana ed Emilia, sottolineando i comportamenti positivi che hanno permesso alla Ruggers Tarvisium di far buon fronte organizzativo - pur con qualche leggero inconveniente in avvio - a questa magnifica rassegna.

I complimenti ed i ringraziamenti della Tarvisium vanno, con un forte abbraccio, proprio a tutti!
A quanti alacremente lavorano al progetto SUPER ed alla sua realizzazione in “campo”.
Alle Società che partecipano con grande spirito di collaborazione e condivisione.

Una nota particolare, ed a mio avviso più che meritata, è per tutto lo staff che, esternamente al campo, ha saputo far funzionare la nostra clubhouse ed i nostri servizi di food e beverage!!!

Una squadra complessivamente composta ed organizzata su più turni, da più di settanta volontari (la maggior parte genitori dei piccoli in campo) che con la loro grande forza, determinazione ed abnegazione, hanno dato il loro meglio e quanto più possibile, per accontentare quanti nel corso del weekend, sono stati nostri graditi ospiti!
Quando scende in campo, il nostro GIGANTE vince sempre!!!
Possiamo essere orgogliosi anche di questo?
Certamente sì, anzi, lo vogliamo !!!


GRAZIE GIGANTE!

Ruggers Tarvisium

 

 

presa al volo / n°57

presa 57

 

presa al volo / n°57 - 10.05.19

 

2+2=5

il rugby ci ha salvato la vita

 

Quella notte a L'Aquila avevamo perso tutto, anche la capacità di relazionarci tra uomini, come persone.
Ma quando le forze, le motivazioni, le intelligenze ed i talenti si mettono insieme per un bene più grande, allora il risultato sarà straordinario. E l'obiettivo dei nuovi giocatori del L'Aquila Rugby Pagina ufficiale era la maglia, la città che rappresenta, la sua gente".
FONDAMENTALE SPEECH del nostro amico Vincenzo Troiani al TEDxPotenza 2018.
Da assorbire completamente.

 

 

vai al video su youtube

 

presa 57

 

presa al volo / n°56

presa 56 leonardo ghiraldini

 

presa al volo / n°56 - 19.03.19

"...La palla ovale, se la provi, ti prende dritta allo stomaco e ti resta dentro perché il rugby è costruito a immagine e somiglianza della vita stessa... vita e rugby sono fratelli..."

In occasione dei suoi 100 caps in azzurro, Leonardo Ghiraldini ci regala, dalle pagine di theowlpost, un meraviglioso affresco del mondo del rugby, delle sue regole, le sue motivazioni, del suo stretto rapporto con la vita tutta: "La mischia chiusa è il perfetto riassunto della vita degli avanti perché ne bastano un paio che spingono nella direzione sbagliata, o che non hanno più la forza per farlo, e tutto crolla. Crolla sulle spalle delle prime linee che finiscono schiacciate, tutte e sei, con i restanti dieci a far da fermacarte". Un capolavoro da leggere tutto d'un fiato!

 

> vai all'articolo su theowlpost

 

presa al volo / n°55

IMG 20181124 WA0001

 

presa al volo / n°55 - 28.11.18

 

un'esperienza toccante

e piena di significati

 

La Fondazione “Il nostro domani” gestisce a Cavriè di san Biagio di Callalta la casa “Giovanna De Rossi” in onore di colei che con un lascito ha permesso la costruzione e la realizzazione di questa residenza per disabili.

In questi giorni l'associazione ha festeggiato il quindicesimo compleanno della casa che da ospitalità, assistenza, cura e sostegno ad una ventina di persone con varie disabilità, fisiche o mentali. Grazie all'interessamento dell'Amico Giovanni Uliana gli ospiti della casa e la Tarvisium si erano già incontrati questa primavera: In occasione di una partita di Rugby in casa coincidente con il CONAD Day ricevemmo la loro visita, una insolita ed emozionante domenica per loro e per noi.

Non potevamo quindi ignorare alla celebrazione, sabato 24 u.s., dei tre lustri della casa e questa volta abbiamo noi ricambiato la visita, con una delegazione di atleti della prima squadra e della giovanile e di qualche dirigente. E' stata una esperienza toccante e piena di significati che ci ha reso più consapevoli di quanto siamo fortunati e di quanto siano effimeri le nostre preoccupazioni ed i nostri problemi di quotidiana routine. Abbiamo anche avuto modo di apprezzare e toccare con mano quanto prezioso, difficile, importante e meritevole sia il lavoro di tutti gli operatori che si prodigano affinché gli ospiti della casa conducano una vita serena e dignitosa. La partecipazione alla Santa Messa tutti insieme è stato un ulteriore momenti di vicinanza e comunità. Un legame che non si deve interrompere. Infine un grazie a Giovanni che ci ha permesso di conoscere questa realtà e toccarla con mano.

 

WhatsApp Image 2018 11 28 at 08.38.21IMG 20181124 WA0003