CIVFIRCIV  Facebbok-tarvisium   YouTube-Tarvisium      

Tarvisium SuperX: il futuro in campo! - 2018-2019 fase primaverile-

IMG 6478

  

domenica 17 marzo 2019

minirugby – under 8.10.12

 

Tarvisium SuperX ...il futuro in campo!

fase primaverile

legami, scambi, confronto, appartenenza! 

con Benetton Rugby, Rugby Feltre, Mogliano Rugby, Rugby Parma, Ruggers Tarvisium, Valsugana Rugby, Villorba Rugby e Verona Rugby

Domenica si è disputata la tappa primaverile del SuperX 2018-2019. E' stata un'edizione ricca di novità sotto molti aspetti.

Per la prima volta si è giocato presso i nuovissimi impianti del Payarini Center e, grazie proprio alla disponibilità di spazi e strutture del centro sportivo, per la prima volta si è giocato tutto il SuperX in un'unica giornata.
La festosa giornata dei nostri Ruggers è cominciata fin dalle 7 del mattino quando ci siamo ritrovati tutti al Club per salire sui 2 pullman prenotati per la trasferta. Cori, battute e risate hanno spazzato via il sonno dai volti dei bambini e li hanno accompagnati per tutto il viaggio fino ai campi di gioco.

Qui i saluti ai genitori, loro diretti a bordo campo per tifare, mentre i ragazzi si preparavano in spogliatoio. Le risate hanno lasciato il posto al giusto spirito di concentrazione e predisposizione al gioco: la giornata sarà lunga ed impegnativa e dobbiamo onorare il lavoro fatto in allenamento cercando di portare in campo quello su cui ci siamo esercitati.

Tante partite, tanti avversari e tanti compagni. Vittorie, pareggi, sconfitte tutte accumunate da una bella prova di impegno e voglia di giocare e di essere squadra.

Dopo le partite e dopo la meritata doccia i ragazzi hanno gustato il terzo tempo in clubhouse mentre gli educatori partecipavano alle riunioni tecniche per approfondire quanto visto in campo e valutare tutte le migliorie apportabili al progetto SuperX.

Instancabili gli accompagnatori che hanno seguito i ragazzi sia sui campi che poi durante i loro giochi liberi.
Nel primo pomeriggio tutti a bordo dei pullman e ritorno a casa, questa volta con meno confusione vista la stanchezza ma con la soddisfazione di aver giocato ed aver portato in campo il proprio meglio.

Il progetto SuperX prosegue il proprio cammino e la propria evoluzione, esattamente come tutti i piccoli rugbysti che lo giocano con il giusto spirito di divertimento, impegno e voglia di condivisione.

Ci rivediamo a giugno per la tappa finale della stagione, in casa Tarvisium.
SuperX, il futuro in campo!!

vai alla gallery

 

Tarvisium SuperX: il futuro in campo! - 2018-2019 fase primaverile-

banner web evento superX primaverile 2019 OK

 

Tarvisium SuperX

fase primaverile

il futuro in campo!

legami, scambi, confronto, appartenenza!

17 marzo 2019

 

Domenica 17 marzo, promosso dalla Ruggers Tarvisium,
si disputerà presso le strutture del Verona Rugby il SuperX fase primaverile,
un evento minirugby di 8 società:
Benetton Rugby, Rugby Feltre, Mogliano Rugby, Rugby Parma, Ruggers Tarvisium, Valsugana Rugby, Villorba Rugby e Verona Rugby

Alla base della proposta formativa, la convinzione che ogni bambino sia unico e irripetibile, e debba dunque poter crescere secondo le proprie capacità e seguendo il proprio peculiare ritmo di sviluppo.

Un torneo tra pari-età, ma organizzato in squadre diversificate per “livello di competenza”, così che ogni bambino possa confrontarsi con altri giocatori di competenze (motorie, emotive, tecniche) simili, per offrire un confronto leale ed equilibrato. Un torneo dove ciascuno abbia la possibilità di ottenere il successo fondamentale per il miglioramento della percezione di se stesso (autostima), in cui vi sia equa competizione ed eguale possibilità di crescere.
Infine, un modello fluido, con livelli aperti e comunicanti, per formare lo spirito di squadra, per sviluppare la leadership dei bambini più competenti (così che possano trascinare quelli meno esperti), dove i più bravi non sovrastino novizi e principianti, e dove chi ha bisogno di qualche ora sul campo in più non rallenti il ritmo di crescita di chi è più formato.

 

...obbiettivi e requisiti

del modello SuperX 

gli obbiettivi del SuperX sono:

 

Creare legami tra Società
con elevato numero di giocatori nell'area di appartenenza
e con simili pianificazioni di lavoro.

Creare un confronto equilibrato per tutti i livelli
con una formula innovativa e poter valutare i risultati nell'arco di più anni.

Creare spirito di appartenenza:
tutti devono dare il meglio per far vincere la propria società,
tutti fanno parte della stessa squadra, non importa il livello in cui giochi.

Condivisione delle esperienza formative e gestionali tra tutte le Società partecipanti,
attraverso anche l'organizzazione di meeting formativi e di analisi pre e post SuperX

 

A giugno, con la stessa formula, si svolgeranno presso i campi della Tarvisium le partite della fase estiva che verificheranno i progressi ottenuti.

 

 

minirugby 02.12.18 – raggruppamento a Villorba

WhatsApp Image 2018 12 06 at 13.38.24

 

domenica 2 dicembre
minirugby
raggruppamento al Villorba Rugby
Under 6 – 8 – 10 – 12
con: Villorba, Feltre, Paese, Benetton, Petrarca, Tarvisium

il senso ed il tempo del gioco

Domenica 2 dicembre tutto il nostro minirugby è stato impegnato nel raggruppamento CRV presso gli impianti di Villorba.
E' sempre molto bello potersi muovere tutti insieme per vedere, con un unico colpo d'occhio, tutti i nostri atleti schierati e ed impegnati nelle loro piccole o grandi "battaglie". In questo caso Villorba Rugby ci ha aiutato molto grazie alla disponibilità dei suoi impianti ed allo spirito di collaborazione che lega le nostre due Società per venire incontro alle reciproche esigenze tecniche ed organizzative.
A vederli tutti insieme, i nostri Ruggers, riempiono il cuore.

A distinguerli è l'intensità delle "sfide" che, proporzionatamente alla loro età, affrontano sempre con coraggio.
Ad unirli, tutti indistintamente, è la voglia entusiasta di provarci, sempre.
Nel rugby seguire "il SENSO del gioco" corrisponde a sviluppare l'azione offensiva nella direzione che porta i giocatori verso l'area di gioco più libera dagli avversari coinvolgendo con i passaggi e le linee di corsa tutti i compagni schierati.

Nel minirugby, il senso del gioco è invece da intendersi sotto un profilo più individuale e "emotivo": individuale perché, a cominciare dalla under6 e poi a stemperarsi progressivamente nelle categorie superiori, ogni bambino prima di tutto concepisce il gioco come azione personale, quasi egoistica, e questo serve a far crescere l'autostima, la percezione e la fiducia delle proprie capacità e dei propri limiti. Emotivo perché coinvolge molteplici situazioni psicologiche riguardanti il rapporto con il proprio corpo/fisicità, il rapporto con il pallone ed il terreno, le relazioni con i compagni di squadra e con gli avversari del momento.

Quest'alchimia di fattori ha come risultato, nella maggior parte dei casi, il divertimento del bambino e la gioia di giocare a questo gioco.
E questo è il "SENSO" del gioco nel minirugby. Provare gusto a correre, avanzare, sostenere il compagno, avere la "responsabilità" del pallone, la voglia, la fame ed il coraggio di conquistarlo quando il pallone è in mano all'avversario.

Ed è anche avere paura di non farcela, di prendere qualche "pacca"; è essere delusi per averci provato ma di non essere, ANCORA, pronti a riuscirci. Ma il SENSO del gioco ci porterà sempre a volerci giocare, riprovare, fino a riuscirci per poi provare a fare qualcosa di più difficile e sfidante.
Il TEMPO del gioco è, invece, quello specifico di ogni bambino. Dipende dalla sua resistenza, dalla sua capacità di rimanere concentrato, da come si è svegliato la mattina, da quello che percepisce in quel momento. E' qualcosa di personale e specifico per ogni bambino. E per questo deve essere rispettato, sempre.

A Villorba le nostre squadre ed i nostri staff hanno mostrato di ben capire qual'è il senso ed il tempo del gioco dei nostri ragazzi. E loro, i nostri Ruggers, li hanno ripagati con costanti e continui progressi, li hanno sorpresi con repentini miglioramenti, li hanno confortati con la grinta e la voglia che non è mai mancata.

Dai piccolissimi della under6 che stupiscono di giorno in giorno, alla tenacia ed impegno dei Ruggers under8, dalla grinta dell'under10 alla "maturità" dei nostri under12, pochi ma sempre molto buoni!
A tutti loro i principi del rugby (avanzare, sostenere, continuare) vengono insegnati con amore e costanza... e con metodi a volte inaspettati: anche a questo gruppo under8 è stata insegnata la Haka versione Ruggers: PLACCO-MI ALZO-RUBO-AVANZO scandita e mimata per far capire a tutti, e per primi a loro stessi, cosa serve per seguire il senso del gioco.

Yanez

vai alla gallery

 

l'unione fa la forza

bonifico raccolta fondi alluvione belluno

 

 

l'unione fa la forza

 

La solidarietà si fonda su gesti semplici ed è tanto più vera quanto più è spontanea. Lo sport ha tra i suoi valori pregnanti – oltre la sana competizione e il rispetto dell’avversario (che cessato il momento agonistico si tramuta in amicizia) – l’empatia, la condivisione e appunto la solidarietà. Ecco che allora un raggruppamento di minirugby, cosa già magnifica e bella di per sé, si trasforma in un momento di splendida e spontanea solidarietà nei confronti delle popolazioni del bellunese così duramente colpite dalla recente alluvione. Luoghi a noi vicini e particolarmente amati e frequentati durante vacanze estive o invernali e teatro di emozionanti team-building per i giovanissimi rugbisti.

Le mamme dei nostri piccoli atleti hanno trasformato la tradizionale vendita di dolci e torte nell’opportunità di raccogliere fondi per il bellunese. La risposta dei genitori delle squadre presenti – Paese, Casale, Tarvisium e in modo molto significativo Feltre – è stata entusiasta. Sono stati raccolti ben 565 euro, prontamente già versati nell’apposito conto della Regione Veneto.


Brave Mamme! Bravi Ragazzi!

E un ‘bravo’ anche allo sport!

L’unione fa la forza!

 

WhatsApp Image 2018 11 12 at 18.28.05 1

il bello e il buono del minirugby - 11.11.18

WhatsApp Image 2018 11 12 at 18.28.05 1

 

 

domenica 11 novembre 2018
raggruppamento in casa Tarvisium

 

il bello e il buono del minirugby

In una domenica appena bagnata da qualche sporadica pioggia, utile giusto per ammorbidire il terreno di gioco e rendere più piacevole placcare, tuffarsi e rotolare, si è svolto il primo raggruppamento minirugby in casa Tarvisium.
Presenti, oltre alle nostre magliette rosse, anche il Rugby Junior Paese, il Casale Rugby e la under6 del Feltre Rugby.
E' proprio l'under 6 è stata accolta in campo dal corridoio tributatogli dagli altri giocatori della Tarvisium, per incoraggiare tutti i bambini ed in particolare i piccolissimi Ruggers che esordivano ufficialmente nella stagione sportiva.
Sono seguite oltre 3 ore di rugby su 9 campi che hanno permesso a quasi 300 atleti di giocare il gioco più bello e coinvolgente del mondo.
Per le nostre squadre è stato un altro passo nel lungo percorso di crescita emotiva e sportiva.
Hanno ed abbiamo imparato dalle partite vinte ma anche, e soprattutto, da quelle perse. Ed imparare è il vero obiettivo di una scuola di rugby.
La vittoria non è una condizione che possiamo determinare in maniera assoluta poiché non dipende solo da noi. Ma l'impegno e la grinta con cui affrontare le partite, quella sì è tutta nelle nostre mani. E se questo impegno e grinta viene messa in campo, allora il risultato principale è stato raggiunto.
I nostri ragazzi possono giocare felici e sicuri sui nostri campi perché i campi sono sostenuti dalle forti mani di un gigante. Questo gigante, possente ma spesso poco visibile, sono le famiglie che incoraggiano positivamente i propri ragazzi, i volontari che si prendono cura degli atleti e dell'impianto, di chi prepara da mangiare per ristorare tutti, di chi si dedica, secondo le proprie possibilità ed inclinazioni, affinché i ragazzi nostri e delle altre Società possano giocare con divertimento ed in sicurezza.
Ma domenica il minirugby non è stato solo bello, è stato anche BUONISSIMO….
Le mamme della Tarvisium hanno preparato molti dolci e torte che sono state vendute durante i raggruppamento. Il ricavato, di oltre 500 euro, verrà versato sul conto corrente predisposto dalla Regione in favore dell'emergenza maltempo.
Questo grande successo è stato possibile grazie alla grande partecipazione di tutte le famiglie. E' quindi un successo da condividere con le famiglie e staff di Casale, Feltre e Paese.
Ed è una dimostrazione concreta del termine SOSTEGNO.
Ed il sostegno, nel rugby, non è un gesto od una caratteristica tecnica. Nel rugby il sostegno è un principio.


Buon rugby a tutti

 

WhatsApp Image 2018 11 11 at 14.41.00

 

Tarvisium SuperX: il futuro in campo! - 2018-2019 fase invernale

banner X web novembre 2018

 

Tarvisium SuperX

fase invernale

il futuro in campo!

legami, scambi, confronto, appartenenza!

18 novembre 2018 ore 11.00

 

Domenica 18 novembre alle ore 11.00, promosso dalla Ruggers Tarvisium,
si disputerà presso le strutture di tre società differenti il SuperX fase invernale,
un concentramento/torneo minirugby di 8 società:
Benetton Rugby, Rugby Feltre, Mogliano Rugby, Rugby Parma, Ruggers Tarvisium, Valsugana Rugby, Villorba Rugby e Verona Rugby

 


Super8
presso Villorba Rugby 
campi comunali di Catena - Villorba - TV

 

Super10
presso Valsugana Rugby
impianti di via Querini, 7A - Padova

 

Super12

novità
applicazione della regola sperimentale CRV per la touche veloce

presso Benetton Rugby
impianti Ghirada - Treviso

 

Alla base della proposta formativa, la convinzione che ogni bambino sia unico e irripetibile, e debba dunque poter crescere secondo le proprie capacità e seguendo il proprio peculiare ritmo di sviluppo.

Un torneo tra pari-età, ma organizzato in squadre diversificate per “livello di competenza”, così che ogni bambino possa confrontarsi con altri giocatori di competenze (motorie, emotive, tecniche) simili, per offrire un confronto leale ed equilibrato. Un torneo dove ciascuno abbia la possibilità di ottenere il successo fondamentale per il miglioramento della percezione di se stesso (autostima), in cui vi sia equa competizione ed eguale possibilità di crescere.
Infine, un modello fluido, con livelli aperti e comunicanti, per formare lo spirito di squadra, per sviluppare la leadership dei bambini più competenti (così che possano trascinare quelli meno esperti), dove i più bravi non sovrastino novizi e principianti, e dove chi ha bisogno di qualche ora sul campo in più non rallenti il ritmo di crescita di chi è più formato.

 

...obbiettivi e requisiti

del modello SuperX 

gli obbiettivi del SuperX sono:

 

Creare legami tra Società
con elevato numero di giocatori nell'area di appartenenza
e con simili pianificazioni di lavoro.

Creare un confronto equilibrato per tutti i livelli
con una formula innovativa e poter valutare i risultati nell'arco di più anni.

Creare spirito di appartenenza:
tutti devono dare il meglio per far vincere la propria società,
tutti fanno parte della stessa squadra, non importa il livello in cui giochi.

Condivisione delle esperienza formative e gestionali tra tutte le Società partecipanti,
attraverso anche l'organizzazione di meeting formativi e di analisi pre e post SuperX

 

A giugno, con la stessa formula, si svolgeranno presso i campi della Tarvisium le partite della fase estiva che verificheranno i progressi ottenuti.

 

banner super8 web novembre 2018

banner super10 web novembre 2018super12 web novembre 2018